L'emofilia colpisce 5mila messicani
corpo

L'emofilia colpisce 5mila messicani

il emofilia Colpisce circa 5 mila persone in Messico. In tutto il mondo, si stima che ci siano circa 400 mila individui. Questa malattia è causata da a disturbo genetico Colpisce le condizioni di coagulazione delle persone e colpisce sintomaticamente e quasi esclusivamente per gli uomini, poiché è una condizione manifesta sul cromosoma X. Tuttavia, le donne possono essere portatrici e avere sintomi lievi. La caratteristica principale del emofilia è che le conseguenze di un colpo o di una ferita per chi la subisce sono sproporzionate, vale a dire di effetti ben superiori al comune. Ad esempio, causa sanguinamenti anormali nelle persone, molte di loro spontaneamente e abbondantemente. A livelli gravi, il emofilia può innescare invalidità e un aumentato rischio di contrarre infezioni virali come Epatite B e C o HIV .

I delicati sintomi di questa condizione rendono evidente la necessità per tutti i pazienti di avere la possibilità di ricevere la cura e il trattamento a cui hanno accesso di diritto. A questo proposito, Carlos Gaytán , presidente del Federazione di emofilia della Repubblica messicana (FHRM), sottolinea:

"Anche se il governo del Messico ha intrapreso passi importanti, come il fatto che a partire da quest'anno tutti i pazienti tra 0 e 10 anni possono ricevere assistenza attraverso il Seguro Popular, c'è ancora bisogno di estendere la cura , in modo che nessuno con emofilia essere non protetti per ragioni sociali, economiche, di genere o di età ".

In Messico questo 17 aprile è commemorato il Giorno dell'emofilia. Quest'anno, ci sarà una passeggiata, che si terrà questa domenica, 17 aprile, a partire dalle 08:00, nel circuito Gandhi del viale Paseo de la Reforma, nel Distretto Federale. Per maggiori informazioni visita: www.hemofilia.org.mx  

Medicina Il Video: ‘Ridisegniamo l’emofilia’. Un confronto sui bisogni dei pazienti | La prove del notizia (Marzo 2020).


Articoli Correlati

Prenditi cura della quantità di energia

4 alimenti contro il mal di testa

Dieta sana vs sindrome premestruale